Modello Redditi SP, scadenza 30 settembre: istruzioni e soggetti obbligati

Modello Redditi SP, scadenza 30 settembre: istruzioni e soggetti obbligati

Scritto da Elena Greco il 6 febbraio 2019

Modello Redditi SP: i soggetti obbligati devono compilarlo entro la scadenza del 30 settembre 2019 seguendo le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

Modello Redditi SP: seguendo le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate, le società sono tenute a presentare la dichiarazione entro la scadenza del 30 settembre 2019. Con il provvedimento numero 23591 del 2019 sono stati approvati i modelli da utilizzare quest’anno.

Novità per quanto riguarda detrazioni, deduzioni e agevolazioni, ma soprattutto il debutto degli ISA, gli indici sintetici di affidabilità fiscale che attribuiscono un voto da 1 a 10 agli imprenditori, caratterizzano la dichiarazione dei redditi 2019.

Nel comunicato stampa diffuso dall’Agenzia il 30 gennaio 2019, si legge che i quadri di determinazione del reddito d’impresa dei modelli PF, ENC e SP sono stati aggiornati per tenere conto delle modifiche apportate alla disciplina sul riporto delle perdite derivanti da attività esercitate in regime di impresa di cui all’art. 8 del TUIR.

Agenzia delle Entrate - provvedimento numero 23591 del 30 gennaio 2019
Approvazione del modello di dichiarazione Redditi 2019–SP, con le relative istruzioni, che le società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice ed equiparate devono presentare nell’anno 2019 ai fini delle imposte sui redditi.

Modello Redditi SP: i soggetti obbligati a presentarlo entro la scadenza del 30 settembre 2019

Il modello Redditi SP, approvato dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento 23591, è lo strumento che le società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice ed equiparate devono presentare nell’anno 2019 per dichiarare i redditi ai fini delle imposte.

Devono provvedere a presentarlo, entro la scadenza del 30 settembre 2019, i soggetti che rientrano nelle seguenti categorie:

  • le società semplici;
  • le società in nome collettivo e in accomandita semplice;
  • le società di armamento (equiparate alle società in nome collettivo o alle società in accomandita semplice, a seconda che siano state costituite all’unanimità o a maggioranza);
  • le società di fatto o irregolari (equiparate alle società in nome collettivo o alle società semplici a seconda che esercitino o meno attività commerciale);
  • le associazioni senza personalità giuridica, costituite fra persone fisiche per l’esercizio in forma associata di arti e professioni;
  • le aziende coniugali, se l’attività è esercitata in società fra i coniugi (cointestatari della licenza o entrambi imprenditori);
  • gruppi europei di interesse economico (Geie).

Altri tipi di dichiarazione, invece, sono previste per chi rientra nelle seguenti categorie:

  • le aziende coniugali non gestite in forma societaria (i coniugi, in questo caso, devono presentare il modello Redditi Persone fisiche);
  • le società di persone ed equiparate non residenti nel territorio dello Stato (in questo caso va compilato il modello Redditi Società di capitali, enti commerciali ed equiparati o il modello Redditi enti non commerciali ed equiparati);
  • i condomini che devono, invece, presentare la dichiarazione modello 770 se, in qualità di sostituti d’imposta, hanno effettuato ritenute.

Modello Redditi SP: le istruzioni in vista della scadenza del 30 settembre 2019

Il modello Redditi 2019 SP, approvato dall’Agenzia delle Entrate, è composto da:

  • frontespizio che si compone di due facciate:
    • la prima facciata contiene l’informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679;
    • la seconda ospita le informazioni relative al tipo di dichiarazione, alla società o associazione al rappresentante che sottoscrive la dichiarazione. Inoltre, contiene i riquadri per la sottoscrizione della dichiarazione, l’apposizione del visto di conformità, la certificazione tributaria e l’impegno dell’incaricato alla presentazione telematica della dichiarazione.
  • quadri: RF, RG, RE, RA, RB, RH, RL, RD, RJ, RT, RM, RQ, RV, RP, RN, RO, RS, RU, RW, AC, FC, TR, OP, DI, RX;
  • modelli da utilizzare per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indicatori sintetici di affidabilità fiscale, che sono approvati con apposito provvedimento.
Modello Redditi SP 2019
Scarica il Modello Redditi SP 2019 approvato dall’Agenzia delle Entrate.

La grande novità delle dichiarazione 2019 riguarda proprio gli ISA, la nuova metodologia statistico-economica che attribuisce agli imprenditori una sorta di pagella. Stabilisce il grado di affidabilità/compliance fiscale di imprese e professionisti su una scala da 1 a 10.

Come si legge nel provvedimento del 30 gennaio 2019, gli importi devono essere indicati in unità di euro con arrotondamento per eccesso se la frazione decimale è pari o superiore a 50 centesimi di euro ovvero per difetto se inferiore a detto limite.

Tutte le indicazioni per la compilazione del modello sono raccolte nelle istruzioni pubblicate dall’Agenzia delle Entrate.

Modello Redditi Sp 2019: le istruzioni
Scarica le istruzioni per la compilazione del modello Redditi SP 2019 dell’Agenzia delle Entrate

Il documento generale che illustra i modelli Redditi Società di Capitali, Società di Persona ed Enti Non Commerciali indica le modalità da seguire per la trasmissione una volta compilata la dichiarazione seguendo le regole stabilite dall’Agenzia delle Entrate e rispettando la scadenza del 30 settembre 2019:

  • per via telematica, direttamente dal dichiarante;
  • per via telematica, tramite un intermediario abilitato ai sensi dell’art. 3, comma 3, del d.P.R. 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni;
  • per via telematica, tramite società appartenenti al gruppo, ai sensi dell’art. 3, comma 2-bis, del d.P.R. 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni;
  • consegnando una copia cartacea presso un qualsiasi ufficio postale nei casi previsti.

Argomenti correlati:

Agenzia delle Entrate