Modello 730/2018 precompilato: scadenze previste

Modello 730/2018 precompilato: scadenze previste

Scritto da Guendalina Grossi il 2 maggio 2018

Modello 730/2018 precompilato: ecco tutte le scadenze da tenere a mente in relazione alla dichiarazione dei redditi precompilata.

Modello 730/2018 precompilato: L’Agenzia delle Entrate il 16 aprile pubblicherà online, all’interno del Cassetto Fiscale la dichiarazione dei redditi precompilata.

A partire dal 2 maggio 2018 i contribuenti potranno provvedere alla modifica e all’invio del 730/2018 precompilato.

Il modello 730 precompilato è stato introdotto dal decreto Semplificazioni del 2014 per facilitare il contribuente nella dichiarazione dei redditi. Infatti l’Amministrazione finanziaria mette a disposizione un modello già compilato con i dati relativi a spese sanitarie, universitarie e altro ancora.

Con il passare degli anni sono state aggiunte sempre più informazioni all’interno del modello 730 precompilato ma il contribuente solitamente deve apportare sempre qualche modifica alla dichiarazione precompilata.

Vediamo insieme quali sono le date di scadenza da ricordare in merito al modello 730/2018 precompilato.

Modello 730/2018 precompilato: ecco tutte le date da ricordare

Come abbiamo appena accennato a breve l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei contribuenti il modello 730/2018 precompilato.

La dichiarazione dei redditi precompilata poi potrà essere modificata e inviata a partire dal 2 maggio 2018.

Vediamo di seguito una tabella che racchiude il calendario da ricordare per la dichiarazione precompilata 2017 (730 e Redditi).

Data Adempimenti
18 aprile È possibile accedere alla dichiarazione precompilata 2017 (il 15 aprile è sabato e il 16 e il 17 sono festivi)
2 maggio È possibile accettare, modificare e inviare la dichiarazione 730 precompilata all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web ed è possibile modificare il modello Redditi precompilato
11 maggio È possibile inviare il modello Redditi precompilato
25 maggio È possibile inviare sia il modello Redditi aggiuntivo del 730 presentando il frontespizio e i quadri RM, RT e RW che il modello Redditi correttivo per correggere e sostituire il 730 già inviato
29 maggio È possibile annullare il 730 già inviato e presentare una nuova dichiarazione tramite l’applicazione web. L’annullamento del 730 si può fare solo una volta ed è possibile farlo fino al 20 giugno
20 giugno Ultimo giorno utile per annullare il 730 già inviato
30 giugno Ultimo giorno per il versamento di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi
24 luglio Ultimo giorno utile (il 23 luglio è domenica) per la presentazione del 730 precompilato all’Agenzia delle Entrate direttamente tramite l’applicazione web
31 luglio Ultimo giorno utile per il versamento, con la maggiorazione dello 0,40 per cento a titolo di interesse, di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi
2 ottobre Ultimo giorno utile (il 30 settembre è sabato) per comunicare al sostituto d’imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell’Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore
25 ottobre Ultimo giorno per presentare, al Caf o professionista abilitato, il 730 integrativo, possibile solo se l’integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un’imposta invariata.
31 ottobre Ultimo giorno utile per la presentazione del modello Redditi precompilato e per inviare il modello Redditi correttivo del 730

Modello 730/2018 precompilato: come ci si accede?

I contribuenti per visualizzare il modello 730 precompilato dovranno accedere alla propria area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

A partire dal 2 maggio poi si potrà procedere alla modifica dei dati e all’invio della dichiarazione precompilata tramite Fisconline.

Per poter visualizzare il modello 730 precompilato, apportare delle modifiche o procedere all’invio della dichiarazione dei redditi biosognerà essere in possesso delle credenziali per l’accesso ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate, ovvero:

  • credenziali per l’accesso a Fisconline;
  • Pin dispositivo Inps;
  • credenziali Spid;
  • Carta Nazionale dei Servizi.

Si ricorda a coloro che non sono ancora in possesso delle suddette credenziali che è possibile richiederle in modo tale da poter visualizzare il modello 730 precompilato disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Argomenti correlati:

Agenzia delle Entrate