Modello Redditi Sc 2019, scadenza 30 settembre: istruzioni e soggetti obbligati

Modello Redditi Sc 2019, scadenza 30 settembre: istruzioni e soggetti obbligati

Scritto da Elena Greco il 7 febbraio 2019

Modello Redditi SC 2019: i soggetti obbligati sono tenuti a presentare la dichiarazione rispettando la scadenza del 30 settembre. Le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

Modello Redditi SC 2019: i soggetti obbligati, società ed enti commerciali, sono tenuti a presentare la dichiarazione rispettando la scadenza del 30 settembre. L’Agenzia delle Entrate ha fornito tutte le istruzioni utili per farlo.

Con il provvedimento numero 23599/2019 del 2019, sono stati approvati i modelli da utilizzare quest’anno.

Protagonisti indiscussi tra le novità che caratterizzano la versione 2019 dei Modelli Redditi sono sicuramente gli Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale, la nuova modalità per misurare l’affidabilità di imprese e imprenditori che debutta quest’anno.

Entra in campo anche lo sport bonus, che prevede un credito d’imposta nella misura del 65% per le erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

Nel modello, infatti, è stato inserito il nuovo prospetto “Credito d’imposta per le erogazioni liberali per la manutenzione e il restauro di impianti sportivi pubblici”, rigo RS253.

Tra i vari aggiornamenti, che derivano dalle novità normative, è stato inserito anche uno spazio dedicato alla “Deduzione per erogazioni liberali a favore degli enti del Terzo settore non commerciali”, righi RS290 e RS291, per l’indicazione delle liberalità in denaro o in natura erogate a favore delle Onlus, delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale deducibili dal reddito complessivo netto nel limite del 10 per cento del reddito complessivo dichiarato.

Agenzia delle Entrate - provvedimento numero 23599 del 30 gennaio 2019
Approvazione del modello di dichiarazione Redditi 2019–SC, con le relative istruzioni, che le società ed enti commerciali residenti nel territorio dello stato e i soggetti non residenti equiparati devono presentare nell’anno 2019 ai fini delle imposte sui redditi.

Modello Redditi SC 2019: i soggetti obbligati a presentarlo entro la scadenza del 30 settembre

Il modello Redditi SC 2019, che l’Agenzia delle Entrate ha approvato con il provvedimento 23599 del 30 gennaio 2019, deve essere utilizzato dalle società e dagli enti commerciali residenti nel territorio dello Stato e dai soggetti non residenti equiparati per dichiarare i redditi ai fine delle imposte sui redditi.

Il modello Redditi SC deve essere presentato, in via telematica, entro l’ultimo giorno del nono mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta. Pertanto, se la società o l’ente ha l’esercizio coincidente con l’anno solare, la scadenza di presentazione è fissata al 30 settembre (art. 2 del d.P.R. n. 322 del 1998).

Sono obbligati a rispettare la scadenza i soggetti Ires che rientrano nelle seguenti categorie:

  • società per azioni e in accomandita per azioni, società a responsabilità limitata, società cooperative, comprese società cooperative che abbiano acquisito la qualifica di ONLUS e cooperative sociali, società di mutua assicurazione, nonché le società europee di cui al regolamento (CE) n. 2157/2001 e le società cooperative europee di cui al regolamento (CE) n. 1435/2003, residenti nel territorio dello Stato;
  • enti commerciali (enti pubblici e privati, diversi dalle società, nonché i trust, che hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali), residenti nel territorio dello Stato;
  • società ed enti commerciali di ogni tipo, compresi i trust, non residenti nel territorio dello Stato.

I soggetti IRES, diversi da quelli sopra indicati, devono invece presentare il Modello Redditi ENC (Enti non commerciali ed equiparati).

Come si legge nelle istruzioni generali per la compilazione, disponibili nell’area dedicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il Modello Redditi SC deve essere presentato per la dichiarazione dell’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi anche dai seguenti soggetti:

  • società di gestione del risparmio, imprese di assicurazione, banche e società di intermediazione mobiliare che intervengono quali soggetti istitutori di fondi pensione aperti e interni;
  • società ed enti al cui interno sono costituiti fondi accantonati per fini previdenziali ai sensi dell’art. 2117 del codice civile, se costituiti in conti individuali dei singoli dipendenti;
  • imprese di assicurazione per i contratti di assicurazione di cui all’art. 9-ter del decreto legislativo n. 124 del 1993 e all’art. 13, comma 2-bis, del Decreto legislativo n. 47 del 2000.

I fondi pensione diversi da quelli sopra indicati presentano la dichiarazione delle imposte sostitutive utilizzando il quadro RI del modello Redditi ENC.

Modello Redditi SC 2019
Scarica il Modello Redditi SC 2019 approvato dall’Agenzia delle Entrate.

Modello Redditi SC 2019: istruzioni in vista della scadenza del 30 settembre

Il Modello Redditi SC 2019, approvato dall’Agenzia delle Entrate, è composto da:

  • frontespizio che, a sua volta, presenta due facciate:
    • la prima facciata contiene l’informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento UE 2016/679;
    • la seconda facciata contiene le informazioni relative al tipo di dichiarazione, alla società o ente e al rappresentante che sottoscrive la dichiarazione. Inoltre, contiene i riquadri per la sottoscrizione della dichiarazione, l’apposizione del visto di conformità, la certificazione tributaria e l’impegno dell’incaricato alla presentazione telematica della dichiarazione.
  • quadri RF, RN, PN, TN, GN, GC, RI, RM, RQ, RU, RV, RK, RO, RS, RZ, FC, RX, AC, CE, NI, RJ, TR, OP, RA, RB, RH, RL, RT, DI;
  • modelli da utilizzare per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indicatori sintetici di affidabilità fiscale, che sono approvati con apposito provvedimento. Con il medesimo provvedimento sono indicati i criteri con cui rilasciare l’asseverazione di cui all’articolo 35, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni.

A caratterizzare le dichiarazioni del 2019 sono proprio gli ISA, indici sintetici di affidabilità fiscale, che debuttano proprio quest’anno.

Si tratta di una nuova metodologia statistico economica che attribuisce agli imprenditori una sorta di pagella con un grado di affidabilità riconosciuto a imprese e professionisti su una scala da 1 a 10.

Come si legge nel provvedimento del 30 gennaio 2019, gli importi devono essere indicati in unità di euro con arrotondamento per eccesso se la frazione decimale è pari o superiore a 50 centesimi di euro ovvero per difetto se inferiore a detto limite.

Tutte le indicazioni per la compilazione del modello sono raccolte nelle istruzioni pubblicate dall’Agenzia delle Entrate.

Modello Redditi SC 2019: le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate
Scarica le istruzioni per compilare il Modello Redditi SC 2019 pubblicate dall’Agenzia delle Entrate.

Nelle istruzioni generali per la compilazione dei modelli Redditi Società di Capitali, Società di Persona ed Enti Non Commerciali, vengono indicate anche le modalità di trasmissione da seguire una volta compilati i modelli.

La dichiarazione può essere trasmessa:

  • per via telematica, direttamente dal dichiarante;
  • per via telematica, tramite un intermediario abilitato ai sensi dell’art. 3, comma 3, del d.P.R. 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni;
  • per via telematica, tramite società appartenenti al gruppo, ai sensi dell’art. 3, comma 2-bis, del d.P.R. 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni;
  • consegnando una copia cartacea presso un qualsiasi ufficio postale nei casi previsti.

Argomenti correlati:

Agenzia delle Entrate