CUPE 2018: modello, istruzioni e scadenza

CUPE 2018: modello, istruzioni e scadenza

Scritto da Guendalina Grossi il 3 febbraio 2018

Modello CUPE 2018: è stato approvato dall’Agenzia delle Entrate il nuovo modello di certificazione degli utili corrisposti e dei proventi ad essi equiparati. Di seguito istruzioni e scadenza.

Modello CUPE 2018: è stato approvato con il provvedimento del 12 gennaio 2018 (pubblicato il 15 gennaio 2018) dall’Agenzia delle Entrate il nuovo modello di certificazione degli utili corrisposti e dei proventi ad essi equiparati.

Il nuovo modello CUPE 2018 va a sostituire quello approvato con Provvedimento (Prot. n. 1841/2013) del 7 gennaio 2013.

Tra le novità introdotte nel modello CUPE 2018 c’è quella che prevede l’inserimento delle disposizioni contenute nel decreto MEF del 26 maggio 2017.

Si ricorda che il modello CUPE viene rilasciato entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello di riferimento.

Vediamo di seguito il modello definitivo CUPE 2018 e le relative istruzioni necessarie per la compilazione.

Modello CUPE 2018

La principale novità introdotta nel modello ufficiale CUPE 2018, approvato dall’Agenzia delle Entrate, prevede che gli utili derivanti dalla partecipazione in soggetti Ires e i proventi equiparati derivanti da titoli e strumenti finanziari assimilati alle azioni, formati con utili prodotti a partire dall’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2016, concorrono alla formazione del reddito complessivo nella misura del 58,14%, se gli utili derivano da:

  • partecipazioni in soggetti residenti in Italia;
  • partecipazioni in soggetti residenti in Paesi compresi nella “white list” di cui all’art. 11, comma 4, lett. c), D. Lgs. n. 239/1996);
  • partecipazioni quotate in società residenti o localizzate in Stati o territori con regime fiscale privilegiato, anche speciale, individuati ai sensi del comma 4 dell’art. 167 del TUIR ovvero in partecipazioni non quotate in società residenti in tali Paesi per i quali sia stata presentata istanza di interpello ai sensi dell’art. 167 del TUIR.

Si allega di seguito il modello CUPE 2018 pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 15 gennaio 2018.

Modello CUPE 2018
Ecco il modello ufficiale CUPE 2018 approvato con il provvedimento del 12 gennaio 2018 (pubblicato con il provvedimento del 15 gennaio 2018) dall’Agenzia delle Entrate

Istruzioni modello CUPE 2018

Nelle istruzioni relative al modello CUPE 2018 l’Agenzia delle Entrate spiega che la certificazione deve essere rilasciata dai seguenti soggetti:

  • società ed enti emittenti (società ed enti indicati nell’art. 73, comma 1, lettere a) e b), del TUIR);
  • casse incaricate del pagamento degli utili o di altri proventi equiparati;
  • gli intermediari aderenti al sistema di deposito accentrato gestito dalla Monte Titoli S.p.A.;
  • i rappresentanti fiscali in Italia degli intermediari non residenti aderenti al sistema Monte Titoli S.p.A. e degli intermediari non residenti che aderiscono a sistemi esteri di deposito accentrato aderenti al sistema Monte Titoli S.p.A.;
  • le società fiduciarie, con esclusivo riferimento agli effettivi proprietari delle azioni o titoli ad esse intestate sulle quali siano riscossi utili o altri proventi equiparati;
  • le imprese di investimento e gli agenti di cambio di cui al D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58;
  • ogni altro sostituto d’imposta che interviene nella riscossione di utili o proventi equiparati derivanti da azioni o titoli;
  • gli associanti in relazione ai proventi erogati all’associato e derivanti da contratti di associazione in partecipazione e cointeressenza di cui all’art. 44, comma 1, lett. f) del TUIR.

Nelle istruzioni relative al modello si specifica inoltre che la scadenza per la presentazione della Certificazione degli utili e dei proventi equiparati (Cupe) è fissata al 31 marzo 2018.

Si allegano di seguito le istruzioni relative al modello ufficiale CUPE 2018 approvato dall’Agenzia delle Entrate.

Istruzioni modello CUPE 2018
Ecco le istruzioni relative al modello CUPE 2018 approvato con il provvedimento del 12 gennaio 2018 (pubblicato con il provvedimento del 15 gennaio 2018) dall’Agenzia delle Entrate

Argomenti correlati:

Agenzia delle Entrate