Assicurazione casalinghe, scadenza Inail il 31 gennaio 2020

Scritto da Tommaso Gavi il 6 gennaio 2020

Assicurazione casalinghe, scadenza il 31 gennaio 2020: chi svolge gratuitamente un’attività finalizzata alla cura dei componenti della famiglia e dell’abitazione deve pagare 24 euro per l’assicurazione Inail. Cos’è, come funziona e come pagare.

Assicurazione casalinghe, scadenza Inail il 31 gennaio 2020

Assicurazione casalinghe, il 31 gennaio 2020 è il termine di scadenza per il pagamento.

Sono obbligati alla polizza tutti coloro i quali svolgono gratuitamente un’attività finalizzata alla cura dei componenti della famiglia e dell’abitazione.

Gli assicurati che devono rinnovare la polizza ed hanno ricevuto la lettera dall’Inail con l’avviso di pagamento pagoPA prestampato possono pagare in contanti, con carte o conto corrente.

Nella lettera è indicata la somma da versare che, annualmente, è di 24 euro.

Per gli altri sarà necessario prima fare domanda di iscrizione.

Si può pagare sul sito dell’Inail seguendo il link di pagoPA oppure presso uffici postali, banche, ricevitorie, tabaccai, bancomat e supermercati.

Assicurazione casalinghe, cos’è e a chi interessa

L’assicurazione casalinghe, ovvero la polizza Inail contro gli infortuni domestici, è prevista dalla Legge numero 493 del 3 dicembre 1999.

Tale assicurazione è obbligatoria per tutte le persone che svolgono gratuitamente i compiti di cura dei componenti della famiglia e dell’abitazione.

Oltre a garantire una copertura in caso di infortuni durante le attività, la polizza valorizza donne e uomini che si dedicano in maniera abituale, esclusiva e gratuita, alle attività in ambito domestico.

L’età delle persone che devono assicurarsi è compresa tra i 18 e i 67 anni, limite che è stato alzato a partire dal primo gennaio 2019.

Sono obbligati all’assicurazione tutti quelli che si trovano nelle seguenti situazioni:

  • gli studenti anche se studiano e dimorano in una località diversa dalla città di residenza e che si occupano dell’ambiente in cui abitano;
  • tutti coloro che, avendo già compiuto i 18 anni, lavorano esclusivamente in casa per la cura dei componenti della famiglia, ad esempio ragazzi e ragazze in attesa di prima occupazione;
  • i titolari di pensione che non hanno superato i 67 anni;
  • i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia e non hanno altra occupazione;
  • i lavoratori in mobilità, i lavoratori in cassa integrazione guadagni o beneficiari di prestazioni a carico dei Fondi di integrazione salariale e i lavoratori che percepiscono indennità di disoccupazione previste dalle leggi vigenti a seguito della perdita involontaria dell’occupazione;
  • i soggetti che svolgono un’attività lavorativa che non copre l’intero anno, ad esempio lavoratori stagionali, lavoratori temporanei, lavoratori a tempo determinato. In questi casi la copertura assicurativa è valida solo nei periodi in cui non è svolta altra attività lavorativa.

Assicurazione casalinghe, i diritti e le modalità di pagamento

A partire dal primo gennaio 2019 l’assicurazione casalinghe contro gli infortuni domestici garantisce all’assicurato diversi diritti che variano a seconda del tipo di infortunio.

Ecco la tabella riassuntiva dei benefici della polizza Inail e delle condizioni per richiederli.

DIRITTI CONDIZIONI DEL SOGGETTO IMPORTO
rendita mensile ensetasse per tutta la vita invalidità subita pari o superiore al 16% da 106,02 a 1.292,90 euro, in proporzione all’invalidità
assegno una tantum inabilità permanente accertata tra il 6% e il 15% 300 euro
assegno una tantum infortunio mortale 10.000 euro
assegno per l’assistenza personale continuativa (APC) gravi menomazioni 539,09 euro
rendita ai superstiti morte dell’assicurato 1.292,90 euro

Dal primo al 31 gennaio 2020 si può pagare l’importo indicato nel bollettino.

Successivamente, dovrà essere pagata l’integrazione che completa il pagamento dell’importo annuale di 24 euro.

Le persone con obbligo devono iscriversi, se non lo hanno già fatto, o rinnovare l’assicurazione.

L’iscrizione avviene solo in modalità telematica facendo domanda attraverso il servizio online “Domanda di iscrizione e richiesta avviso di pagamento” che è disponibile nell’area riservata del sito dell’Inail per gli utenti che hanno le credenziali dispositive.

Sia per chi si iscrive per la prima volta, sia per chi rinnova l’assicurazione, c’è la possibilità di pagare online attraverso l’apposito link del sistema pagoPA che permette anche di stampare l’avviso di pagamento.

Chi rinnova l’assicurazione può utilizzare l’avviso di pagamento pagoPA prestampato che è stato ricevuto nella lettera inviata dall’Inail nello scorso mese di dicembre.

Il pagamento può essere effettuato con contanti, carte o conto corrente.

Oltre che online, direttamente dal sito dell’Inail, si può pagare anche presso uffici postali, istituti bancari, ricevitorie, tabaccai, bancomat e supermercati.

Si ha diritto gratuitamente all’assicurazione nei casi in cui il soggetto si trova nelle seguenti situazioni di reddito:

  • reddito personale complessivo lordo fino a 4.648,11 euro l’anno;
  • nucleo familiare il cui reddito complessivo lordo non supera i 9.296,22 euro l’anno.

Assicurazione casalinghe, #Perunavoltapensoame: la campagna di comunicazione dell’Inail

Dal 27 dicembre 2019 fino al 31 gennaio 2020 l’Inail ha organizzato una campagna di comunicazione contro gli infortuni domestici: #Perunavoltapensoame.

Radio, televisioni, web e carta stampata sono i canali scelti per la campagna informativa che è realizzata con lo stile delle storie di Instagram.

L’obiettivo è quello di diffondere la cultura della prevenzione in casa, un ambiente la cui pericolosità è spesso sottovalutata.

I video realizzati per la campagna si possono guardare nella pagina del sito dedicata.

Argomenti correlati:

Inail