Esonero canone Rai: scadenza fissata al 31 gennaio 2019

Esonero canone Rai: scadenza fissata al 31 gennaio 2019

Scritto da Guendalina Grossi il 26 gennaio 2019

Il 31 gennaio 2019 è la scadenza per presentare domanda di esonero dal pagamento del canone Rai, vediamo come fare per inviare la richiesta all’Agenzia delle Entrate.

Il 31 gennaio 2019 è l’ultimo giorno utile per presentare domanda di esonero dal pagamento del canone Rai.

Per farlo basterà presentare all’Agenzia delle Entrate il modello per la “Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato”.

Si ricorda che a partire dal 2016 il pagamento del canone Rai viene inserito direttamente nella bolletta della luce e rateizzato nel corso dell’anno.

Tutti coloro che quindi non detengono un apparecchio televisivo potranno presentare la richiesta di esenzione dal pagamento del canone Rai. Prevista l’esenzione anche per gli over 75 che non saranno tenuti a pagare il canone Rai.

Esonero canone Rai 2019: il 31 gennaio è l’ultimo giorno disponibile per presentare domanda

Entro il 31 gennaio 2019, tutti coloro che non posseggono un apparecchio televisivo, dovranno presentare all’Agenzia delle Entrate la domanda di esonero dal pagamento del canone Rai.

Per farlo i contribuenti dovranno inviare all’Amministrazione finanziaria il modello per la “Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato”.

Chiunque non rispetterà tale scadenza si vedrà addebitare in bolletta l’importo relativo al pagamento del canone Rai, che ricordiamo sono 90 euro annui, spalmati in 10 rate annuali di importo pari a 9 euro.

Si ricorda che sono esonerati dal pagamento del canone Rai gli over 75, ovvero gli anziani con più di 75 anni che hanno un reddito inferiore a 8.000 euro annui.

Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato
Ecco il modello da presentare all’Agenzia delle Entrate per richiedere l’esonero dal pagamento del canone Rai 2019

Esenzione dal pagamento del canone Rai: chi dichiarerà il falso andrà incontro a pesanti sanzioni

Come abbiamo appena accennato, chiunque non detenga un apparecchio televisivo in casa, per non pagare il canone Rai dovrà presentare richiesta all’Agenzia delle Entrate.

Il contribuente quindi non dovrà presentare nessun documento che attesti l’effettiva non detenzione della televisione in casa, e questo induce molti a dichiarare il falso per evitare di pagare 90 euro.

Bisogna specificare però che chiunque dichiari il falso per evitare di pagare il canone sulla TV commette un reato, punibile con la reclusione da uno a sei anni.

Il consiglio è dunque quello di evitare di mettersi nei guai per risparmiare questo piccolo importo previsto per il pagamento del canone Rai, che oltretutto può essere rateizzato.

Argomenti correlati:

Agenzia delle Entrate