Scadenze fiscali settembre 2018: ecco tutte le date da tenere a mente

Scadenze fiscali settembre 2018: ecco tutte le date da tenere a mente

Scritto da Guendalina Grossi il 30 agosto 2018

Le scadenze fiscali previste per il mese di settembre 2018 sono numerose, tra queste troviamo quelle che riguardano l’invio dello spesometro e le Lipe, ma non è finita qui. Vediamo il calendario completo degli adempimenti.

Le scadenze fiscali previste per il mese di settembre 2018 sono numerose, infatti oltre alle scadenze periodiche per gli adempimenti IVA, Inps e Irpef e l’invio degli elenchi Intrastat, le imprese e gli intermediari dovranno versare le rate delle imposte sui redditi 2018.

Per ciò che concerne gli adempimenti comunicativi invece, a settembre è prevista la scadenza per l’invio dello spesometro del primo semestre e delle Lipe trimestrali.

Non è ancora chiaro quale sia la scadenza prevista per l’invio delle Lipe trimestrali in quanto lo scadenzario dell’Agenzia delle Entrate riporta una data differente rispetto a quella prevista dalla Legge di Bilancio 2018.

Quello che è sicuro è che entro il 17 settembre i titolari di partita IVA che hanno scelto il pagamento rateale delle imposte sui redditi dovranno effettuare il versamento della quarta rata di Irpef, Ires, Irap o della seconda rata (in caso di pagamento dal 20 agosto con maggiorazione dello 0,40%).

Lipe secondo semestre: scadenza il 17 settembre o il 1° ottobre?

Nel mese di settembre è previsto l’invio delle Lipe (comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA) del secondo trimestre 2018. Non è ancora chiaro però entro quale scadenze queste dovranno essere inviate.

Infatti mentre la Legge di Bilancio 2018 ha fissato la scadenza al 30 settembre (1° ottobre perché il 30 cade di domenica) l’Agenzia delle Entrate, nel suo scadenzario, ha riportato la data del 17 settembre 2018.

Bisognerà dunque aspettare i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate che saranno segnalati appena disponibili.

Scadenze fiscali 17 settembre 2018, versamento imposte sui redditi

Il 17 settembre 2018 i titolari di partita IVA che hanno deciso di rateizzare il saldo 2017 e l’acconto 2018 delle imposte sui redditi (Irpef e addizionali, Ires, Irap, IVA, contributi INPS, cedolare secca) saranno chiamati alla cassa.

In particolare i contribuenti che dovranno versare le rate delle imposte sui redditi entro il 17 settembre 2018 sono i seguenti:

  • i contribuenti titolari di partita IVA che hanno scelto il pagamento rateale delle imposte sui redditi ed hanno effettuato il primo versamento entro il 2 luglio 2018 e che dovranno pagare la quarta rata;
  • i contribuenti titolari di partita IVA tenuti ad effettuare i versasmenti delle imposte sui redditi che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 20 agosto 2018.

Coloro che hanno scelto di pagare a rate dal 20 agosto con maggiorazione dello 0,40%, la scadenza del 17 settembre sarà quella prevista per il pagamento della seconda o della terza rata.

Le altre scadenze fiscali previste per il 17 settembre 2018

Il 17 settembre 2018 è prevista la scadenza anche degli adempimenti periodici per i sostituti d’imposta e per i versamenti Iva e INPS.

In particolare le scadenze previste per il 17 settembre 2018 sono:

  • il versamento IVA del mese di competenza agosto 2018 per i contribuenti che liquidano l’IVA mensilmente. Il versamento deve essere eseguito tramite modello F24 indicando il codice tributo 6008 nella sezione erario.
  • il versamento Irpef delle ritenute alla fonte operate dai sostituti d’imposta su:
  • i redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese di agosto (comprese addizionali comunali e regionali);
  • i redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente, provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente. Il versamento dovrà essere effettuato utilizzando il codice tributo 1040 con periodo di competenza 08/2018.

Nel modello F24 è possible pagare anche i contributi INPS dovuti dal datore di lavoro sulle retribuzioni corrisposte nel mese di agosto.

Scadenza 25 settembre 2018, per l’invio del modello Intrastat

I contribuenti operatori intracomunitari con obbligo mensile, entro il 25 settembre 2018, dovranno provvedere all’invio degli elenchi riepilogativi.

Dovranno inviare gli elenchi Intra 1 i soggetti titolari di partita IVA che hanno effettuato operazioni di cessione di beni o prestazioni di servizi nei confronti di soggetti UE nel mese di agosto.

Gli elenchi dovranno essere inviati esclusivamente in via telematica all’Agenzia delle Dogane mediante il Servizio Telematico Doganale E.D.I. (Electronic Data Interchange) oppure all’Agenzia delle Entrate sempre mediante invio telematico.

Scadenza 1° ottobre 2018, per l’invio dello spesometro

La scadenza per l’invio dello spesometro relativo al primo semestre 2018 o al secondo trimestre è stata fissata al 30 settembre 2018, ma visto che quest’anno il 30 settembre cade di domenica, i dati relativi allo spesometro dovranno essere inviati entro il 1° ottobre 2018.

É bene specificare che nonostante le novità introdotte dal Decreto Dignità non hanno modificato in maniera significativa le scadenze dello spesometro 2018.
Infatti con l’entrata in vigore del Decreto sarà introdotta solo una proroga della scadenza del terzo trimestre rinviata dal 30 novembre 2018 al 28 febbraio 2019.